Trenincorsa - Discografia
  • trenimilk
  • 4 luglio 2016

LA MIA VAL ( Carassini – Civaschi )

C F C

Chì, tra ‘l vent ch’el peténa i prà gh’è la mia Val,

F G

se smorza la brina lì in sül campanil,

F G

ch’el canta insema ai fiö, adré a un aquilun,

F

per vulàa via e sugnàa.

 

Chì, specià in d’un bicer de vin gh’è ‘l me destin,

scurlà o bütà gió in d’un fià per mia pentìss,

e intant el mund el va e non pensa mai a (F-)

 

C

Noi soli in una storia di miti e di grandi sogni

E-

ormai spinti in un buio fragile e chiuso da quei fantasmi

F

che allungano oscure ombre in quest’angolo di verde e pace,

F-

da vivere, piangere e ridere.

 

Forti di grandi sogni e di miti da ricordare

negli occhi dei nostri figli sapremo ricominciare,

sul passo di vecchie note e canzoni

che vibrano ancora e riaccendono luci

che non c’eran più. ( Bb )

 

Eb Ab Eb

Chì, setà gió a parlàa cui stell de un’altra via,

Ab Bb

de un’altra manera per stàa in questu mund,

Ab Ab-

per mia saràa i pensé e non scordarsi mai, noi

 

Eb

Forti di grandi sogni e di miti da ricordare

Eb7+

negli occhi dei nostri figli sapremo ricominciare,

Ab

sul passo di vecchie note e canzoni

Ab-

che vibrano ancora e riaccendono luci

che non c’eran più. ( Eb )

 

(STRUM: F Ab B Db )

 

Eb Ab- Eb

Qui, parlando una lingua che non senti mai,

Ab Bb

che stona per chi non sa cos’è poesia

Ab Ab-

e chiede spazio a noi, che restiamo sempre

 

Chì, setà gió a parlàa cui stell de un’altra via,

de un’altra manera per stàa in questu mund,

per mia saràa i pensé

e non scordarsi mai.

 

Chì, specià in d’un bicer de vin gh’è ‘l me destin,

scurlà o bütà gió in d’un fià per mia pentìss,

e intant el mund el va

e non pensa mai…

…a la mia val. ( Eb )

 

0 Comments