Trenincorsa - Discografia
  • trenimilk
  • 4 luglio 2016

GENOVA 09.10.14 ( Carassini – Jovenitti – Civaschi )

G D

Per le vie de la “Lanterna” la giurnada l’è dré a nàa,

D G

tra una bira e una fucaccia e un camall che l’è dré a vusàa.

Tira scià un zic la cadrega, na quai umbrela se derviss,

un’ugiada sura al fiümm che gh’è mia pü de fidass.

 

E- C G

Ma gli esperti i a già dì che “de problemi nu ghe n’è

G D

e stasira porti a spass la mia mié.

Quand che vegni foeu del cinema e senti i gent a vusàa,

par ch’el film l’è dré ancamò a ricuminciàa,

C C/B C/A G

tanti prumess e ammò in la merda a galegiàa.

 

C G

Passa l’acqua e va via, passa il fango e ‘l va mia

E- D

e ‘l me viulìn urmai l’è pü de cumpagnia.

Passan gli anni ma poi affondiam solo noi,

nel fiume sporco di sangue, morte e di bugia

e chiedo al mare se può trascinarli via. (D)

 

Quanti tòcch de la mia vita sü sta pala che gh’u in man,

quanti volt ricuminciala e farò ammò inscì duman.

Tra la rabbia e la scunfitta u ricumincià a fümàa

e a mè fiö ghe manca l’aria a vardàa me semm cunscià.

 

Fra sti mür in dua rimbalza udùu de péss e De André,

vöri nàa ammò in gir a spass cun la mié,

e poeu Genoa e Sampdoria al bar tra bira e cafè,

sarò bun de tiràa insema i me pensée,

un alter gir, un’altra storia per stàa in pè.

 

 

Passa l’acqua e va via, passa il fango e ‘l va mia

e ‘l me viulin urmai l’è pü de cumpagnia.

Passan gli anni ma poi affondiam solo noi,

nel fiume sporco di sangue, morte e di bugia

e chiedo al mare se può trascinarli via.

(SOLO: C D E- E- )

 

Passa l’acqua e va via, passa il fango e ‘l va mia

e ‘l me viulin urmai l’è pü de cumpagnia.

Passan gli anni ma poi affondiam solo noi,

nel fiume sporco di sangue, morte e di bugia

e chiedo al mare se può trascinarli via.

 

0 Comments