Barba e Capelli

…Barba e Capelli…perché?Per quale motivo abbiamo scelto queste due semplici parole, in apparenza così improprie e fuori contesto per rappresentare e marchiare in maniera definitiva ed indelebile il frutto del nostro lavoro durato più di un anno e mezzo?

La risposta è semplice e per certi versi scontata ma allo stesso tempo riesce a chiarire in maniera semplice ed efficace ciò che volevamo esprimere utilizzando tali termini.

Per l’ennesima volta, quando ancora solo stavamo pensando ad iniziare la stesura di un nuovo album, abbiamo sentito intorno a noi i dubbi e le incertezze sul “come” e “cosa” avremmo fatto. Nonostante ciò, fin da subito, ci è apparsa chiara ed imprescindibile l’esigenza di far sì che il lavoro che ci apprestavamo ad affrontare esprimesse in maniera inequivocabile una nuova fase del nostro percorso.

Volevamo cambiare…volevamo poter ripartire ”diversi”, rinnovati ma, soprattutto, volevamo che questa nostra nuova fase fosse percepita da tutti e che questo nostro intento venisse colto fin da subito in modo chiaro e diretto.

Detto questo, il senso del titolo “Barba e Capelli” è presto svelato: quando ci si convince di voler “cambiar vita”, di abbandonare ciò che è stato e di correre senza paure verso il “nuovo” c’è sempre bisogno di accompagnare tale scelta con un gesto concreto…ed il più delle volte che si fa? Per prima cosa si corre dal parrucchiere ed al grido di… “da oggi si cambia…barba e capelli!” ci si prepara ad affrontare rinnovati 8una nuova fase della propria esistenza.

Questo è quello che anche noi TRENINCORSA abbiamo fatto. Un bel taglio netto con il passato e via…pronti a ripartire! E allora, cosa si può trovare in questo disco di nuovo e di diverso rispetto a prima?

Pressochè tutto!

Per la prima volta abbiamo scelto un titolo dell’Album che non fosse quello di un brano contenuto nel disco.

Per la prima volta abbiamo avuto il supporto di un (grandissimo) produttore artistico: Cesareo degli Elio e le storie tese) . Lui ci ha ascoltato, ci ha guidato,, ci ha insegnato come si costruisce un disco. Ci ha preso per mano ed è riuscito a far uscire il meglio da ciascuno di noi.

Ed ancora, per la prima volta la tastiera è stata una presenza fondamentale fin dall’inizio del percorso creativo (in precedenza si era dovuta inserire in un contesto musicale formatosi senza di essa, a lavoro concluso).

Abbiamo inseguito sonorità diverse, espressione di mondi musicali che mai in precedenza avevamo esplorato.

Per la prima volta ci ha accompagnato il suono della chitarra elettrica, a volte delicato ed avvolgente altre volte addirittura distorto.

Per la prima volta ci siamo trovati nella condizione di poter scegliere quali brani voler inserire nel disco avendo nel cassetto un numero di “idee musicali” di gran lunga superiore a quante il disco ne avrebbe potute contenere.

Oltre a ciò, abbiamo avuto la fortuna di essere accompagnati da splendidi compagni di viaggio…con noi nell’Album compaiono musicisti straordinari: Elio e Davide Van de Sfroos alla voce, Cesareo (chitarrista degli Elio e le storie tese) alla chitarra elettrica, Faso (bassista degli Elio e le storie tese) all’ukulele, Jantoman ( tastierista degli Elio e le storie tese) al piano e la giovane talentuosa Arianna Di Claudio ai cori.

Con loro abbiamo abbiamo incominciato la nostra nuova avventura, il tutto però, senza incertezze né paure, con entusiasmo e curiosità…lo stesso entusiasmo e curiosità che ci auguriamo possiate avere voi nel momentoin cui, per la prima volta, metterete il nostro disco nel lettore cd…in quell’istante così infinitamente emozionante che precede l’ascolto della prima nota dopo aver pigiato il tasto PLAY.

Buon ascolto e viaggiate con noi come foste anche voi degli indomabili TRENINCORSA.

2015 Hukapan Dischi

Trenincorsa - Discografia

Barba e Capelli

(2016 by Hukapan Dischi - http://www.hukapan.it/)

…Barba e Capelli…perché?Per quale motivo abbiamo scelto queste due semplici parole, in apparenza così improprie e fuori contesto per rappresentare e marchiare in maniera definitiva ed indelebile il frutto del nostro lavoro durato più di un anno e mezzo? La risposta è semplice e per certi versi scontata ma allo stesso tempo riesce a chiarire […]